DIECI BUONI MOTIVI PER NON “MOLLARE” I COMBATTENTI

Il Demanio dello Stato impone lo sfratto al Circolo dei Combattenti e Reduci.

Se anche tu vuoi opporti scrivi a filiale.lombardia@agenziadeldemanio.it.

La cittadinanza milanese si ritrova all’Arco della Pace per difendere non solo uno dei luoghi di ritrovo storici di Milano ma soprattutto uno dei simboli dei valori e dei principi che hanno animato tutti i patrioti italiani nel dopoguerra: Il Circolo Combattenti e Reduci.

All’associazione Combattenti, già a far tempo dagli anni ’50 in ragione dei meriti riconosciutigli dalla Pubbliche Autorità è stato concesso di svolgere le proprie attività all’interno del dazio doganale dell’Arco della Pace a Milano, venendo a costituire negli anni non solo per gli ex combattenti e reduci ma per tutta la collettività un importante punto di riferimento. Da più di cinquant’aani al suo interno i cittadini milanesi hanno sempre trovato un luogo familiare in cui potere trovarsi e nutrire anima e corpo in un clima conviviale e gioviale riscoprendo nuove ed antiche tradizioni.
Molti di voi non conoscono questa realtà fatta di valori semplici e non immaginano nemmeno della sua esistenza ma chi l’ha conosciuta non sarà sicuramente indifferente alla notizia.
Dopo anni di quotidiana presenza, l’Agenzia del Demanio vuole porre la parole fine su di un capitolo della nostra storia, oggi, questo posto sta per essere chiuso senza che nessuno si sia battuto per fermare un provvedimento che sentiamo nel nostro cuore come ingiusto.
Pur sapendo che una sola voce fuori dal coro difficilmente potrà salvare il destino del Circolo, noi non vogliamo “mollare”!!! Per questo motivo, consapevoli che l’unione fa la forza e che qualsiasi sarà l’esito della battaglia nessuno potrà mai cancellare il clima di solidarietà ed affetto verso questa che noi riteniamo non un’Associazione ma una vera ISTITUZIONE.
Vi chiediamo di provarci, tutti insieme, con ogni mezzo possibile, e-mail, Facebook , passaparola e tantissima buona volontà e determinazione affinché sia possibile innanzitutto rendere onore allo storico circolo. A tutti coloro che condividono questi valori, a tutti i cittadini che vogliono una Milano più vivibile ed a misura d’uomo, a tutte le persone che più semplicemente amano la buona cucina tradizionale chiediamo di intervenire all’evento “cotoletta day” organizzato per la sera di giovedì 13 ottobre
2011 presso l’Arco della Pace (corso Sempione 2/A) magari alzando un po’ la voce, o semplicemente raccontando e spiegando alla
gente quello che sta realmente accadendo così sarà possibile apportare il nostro contributo affinché l’ANCRS, Sezione Tenaglia, non venga definitivamente travolta da un sistema legislativo e burocratico forse troppo distante dal sentire della collettività.

Metteremo a disposizione un grande libro per raccogliere le opinioni, i consigli, i ricordi e le emozioni di tutti i partecipanti ai quali chiediamo di contribuire indicando le ragioni per le quali Il Circolo Combattenti del dazio doganale non debba chiudere. Vorremmo individuare con l’aiuto di tutti almeno Dieci Buone Ragioni per spiegare alla cittadinanza ed al Demanio perché questa realtà non può essere eliminata come se nulla fosse.

Speak Your Mind

*


nove × 1 =

Menù Principale